Powered by In occasione della giornata mondiale della meteorologia

Diretta Video 23 marzo 2012 ore 11

Sergio Duretti (CSP) – Presentazione dell'evento

Luca Mercalli (SMI) – Il progetto di monitoraggio glaciologico e meteorologico

Luigi Bonifacino (IREN Energia)

Michele Ottino (Parco Nazionale Gran Paradiso) – L'informazione meteo-ambientale per la ricerca scientifica in area protetta

Andrea Molino (CSP) – L'infrastruttura di trasmissione dati

Per interagire in tempo reale con il team 'Meteo2850' durante il web-event del 23 marzo, collegati a:




In occasione della Giornata Mondiale della Meteorologia (www.wmo.ch) la Società Meteorologica Italiana onlus (www.nimbus.it) inaugura la diffusione in rete dei dati della stazione meteorologica installata a quota 2850 m di fronte al Ghiacciaio Ciardoney, Parco Nazionale Gran Paradiso, Val Soana, provincia di Torino.

La stazione automatica, alimentata a celle solari, misura temperatura, umidità relativa, velocità e direzione del vento, radiazione solare, precipitazioni e livello idrometrico del torrente glaciale ed è dotata di webcam. E' stata installata nel 2010 a fini di ricerca presso un ghiacciaio monitorato dal 1992 nell'ambito del World Glacier Monitoring Service (www.wgms.ch), con finanziamenti provenienti dal 5x1000 e dalla Fondazione CRT e l'appoggio logistico di Iren Energia, che gestisce gli impianti idroelettrici della Valle Orco, della Comunità Montana Valli Orco e Soana nonché dell'Ente Parco Nazionale Gran Paradiso.

La località, impervia e remota, non è servita da alcuna rete di telefonia mobile o radio e i dati erano acquisiti solo due volte all'anno in occasione delle campagne di rilevamento, per questo motivo si è sviluppata la collaborazione con l'organismo di ricerca CSP innovazione nelle ICT, che ha permesso dopo oltre un anno di lavoro di attivare un apposito ripetitore radio wi-fi per connettere la stazione meteorologica alla rete e rendere i dati fruibili quotidianamente al pubblico e ai ricercatori che si occupano di scienze della montagna e cambiamenti climatici.

La scelta di proporre questa inaugurazione attraverso il web è motivata proprio dalla disponibilità delle nuove tecnologie informatiche che permettono di raggiungere un vasto pubblico di utenti e di risparmiare tempo ed energia. Il successo di questa collaborazione si deve alla competenza e professionalità dei tecnici delle strutture coinvolte, dagli ingegneri elettronici agli elicotteristi, che dimostrano come - anche in momenti di difficoltà economica - con impegno e passione si possano offrire servizi di eccellenza alla comunità scientifica e alla società.

Sergio Duretti

Sergio Duretti, 50 anni, coniugato, 2 figli, nato a Torino. Direttore generale dal gennaio 2008 di CSP Innovazione nelle ICT, l'organismo di ricerca regionale nel campo dell'ICT con un bilancio di oltre 4,7 milioni di Euro nel 2010 e circa 100 persone tra dipendenti, consulenti e giovani ricercatori. Precedentemente Direttore Innovazione di CSP e responsabile di progetti complessi dedicati a diffusione della Banda Larga (Wi-Pie), diffusione ICT nelle scuole (Dschola e Torino 2000), sviluppo servizi innovativi per la PA. In passato Responsabile del Progetto Città Telematica del Comune di Modena, consulente di Amministrazioni pubbliche e aziende, Analista presso il CED dell'Istituto Bancario San Paolo di Torino. Giornalista pubblicista dal 1985, autore di oltre 200 articoli su riviste e periodici.

Luca Mercalli

Luca Mercalli presiede la Società Meteorologica Italiana, dirige la rivista Nimbus e si occupa di ricerca sulla storia del clima e dei ghiacciai delle Alpi. Ha studiato scienze agrarie all'Università di Torino, con indirizzo Uso e difesa dei suoli e agrometeorologia, e ha approfondito la preparazione in climatologia e glaciologia in Francia. Svolge intensa attività didattica per scuole e università e di informazione come editorialista per La Stampa, dopo vent'anni a La Repubblica. Scrive anche su Donna Moderna e Gardenia. Ha condotto oltre un migliaio di conferenze e in televisione fa parte dello staff di RAI3, Che tempo che fa e RAI2 TGR Montagne, oltre a collaborare con la Radio Televisione Svizzera Italiana e il Climate Broadcast Network dell'Unione Europea. È componente del comitato scientifico di ASPO Italia, associazione per lo studio del picco del petrolio, e infatti vive in una casa alimentata da energia solare. Tra i suoi libri: Filosofia delle nuvole e Che tempo che farà per Rizzoli, Viaggi nel tempo che fa per Einaudi e Prepariamoci per Chiarelettere.

Luigi Bonifacino

Direttore della Produzione Idroelettrica della soc. IREN ENERGIA.
Arriva a questo importante incarico dopo una lunga esperienza maturata nel campo dell'energia, prima in ENEL dove si è occupato di aspetti spiccatamente tecnici, quali regolazione di tensione e frequenza, protezioni elettriche, efficienza delle macchine idrauliche ed elettriche. Con Edipower ha seguito il rifacimento della c.le termoelettrica di Chivasso e la sua riconversione in ciclo combinato dando poi continuità con l'incarico di Capo Centrale, sino all'inizio del 2008. Dal 2008 ha ricoperto l'incarico di Capo Nucleo degli impianti Edipower di Mese in provincia di Sondrio, scoprendo nell'idroelettrico un mondo affascinante, complesso ed estremamente gratificante per la varietà ed interazione con il territorio delle problematiche che lo caratterizzano.

Michele Ottino

Classe 1957, è direttore del Parco Nazionale Gran Paradiso dal 1998. Laureato in scienze agrarie all'Università di Torino, prima dell'attuale incarico è stato direttore del Parco naturale della Val Troncea. È inoltre direttore responsabile della rivista scientifica edita dall'Ente Parco, in lingua inglese, "Ibex Journal of mountain ecology" e della rivista istituzionale "Voci del parco". Nel corso della gestione del Parco ha collaborato per il raggiungimento di obiettivi importanti tra cui il conseguimento del Diploma Europeo delle Aree Protette, la conclusione dell'annosa questione sulle modifiche ai confini del Parco, l'approvazione da parte del consiglio direttivo del regolamento e del piano del Parco ed il raggiungimento della certificazione ambientale Emas-ISO 14001.

Andrea Molino

Andrea Molino ha conseguito la Laurea ed il Dottorato di Ricerca in Ingegneria Elettronica presso il Politecnico di Torino, con specializzazione nella realizzazione di circuiti integrati digitali. Nel 2002 e 2003 è stato presso la University of California di San Diego (UCSD) dove ha condotto attività di ricerca sugli algoritmi di trattamento di segnali video, e successivamente ha lavorato presso l'istituto ISMB dove si è occupato di sistemi di localizzazione satellitare. Attualmente è il responsabile dell'area di ricerca che in CSP si occupa di Sistemi Embedded, Meccatronica ed Energia.